02_besana brianza

Concorso per la riqualificazione della piazza Umberto I, Besana Brianza. 2009



Evitando di generare un vuoto, che soltanto per mezza giornata alla settimana si satura di stalli commerciali, il progetto mira a conciliare le esigenze di spazio di un grande mercato come quello di piazza Umberto I con gli elementi di arredo urbano, decoro, vegetazione, viabilità controllata, aree di parcheggio indispensabili alla riqualificazione dell’intera zona.

La piazza viene ridisegnata seguendo l’asse longitudinale della Basilica: un’area trapezoidale che dal sagrato si incunea verso ovest ricostituendo idealmente una terrazza in quota verso le Alpi. A scandire il ritmo di questo spazio, una serie di filari di alberi ornamentali a basso fusto disposti secondo linee trasversali rispetto all’asse principale.

Elemento determinante del disegno del progetto-piazza, il volume a destinazione terziario-commerciale, chiude il lato ovest. Doppia la valenza di questo edificio a 4 piani: da un lato definisce e delimita la piazza e dall’altro raccorda il dislivello generato dall’innalzamento di tutta la superficie alla quota della Basilica. A livello piazza l’edificio si apre in un porticato che serve da accesso ai negozi, mentre alle sue estremità sono sistemati i collegamenti verticali: l’ampia scalinata di discesa alla via Verdi e il gruppo scala-ascensore per raggiungere sia i due piani del parcheggio interrato, sia i due piani superiori adibiti ad uffici.

A memoria del “Rio”, che un tempo attraversava da est a ovest la piazza, è prevista una presenza “viva” dell’acqua: un canalino di acqua corrente largo 30 centimetri e profondo appena 10 centimetri segna l’asse longitudinale. Lungo gli assi trasversali della piazza sono collocati spruzzi d’acqua, regolabili in altezza e la cui accensione è programmabile a seconda dell’utilizzo della piazza.

La vocazione multifunzionale della piazza ha suggerito nel progetto l’introduzione di panche. Realizzate su disegno, con sedute in legno a doghe e struttura tubolare in acciaio inox, sono incernierate con un perno in una delle 4 gambe e possono così ruotare a 180° grazie a piccole ruote in gomma integrate nella struttura d’appoggio. Durante i giorni di mercato queste panche vengono allineate lungo gli assi dei filari, evitando di ostacolare la disposizione degli stalli, mentre nel resto del tempo permettono una libera fruizione dello spazio da parte degli utenti, seguendo luci e ombre e “costruendo” estemporanei salottini all’aperto.